Uniti in Francia continua… ARCHIVI segreti della CIA

COMITE VALMY

Pagina iniziale > – anti-imperialismo – solidarietà tra i popoli e nazioni (…) > archivi segreti della CIA Jean-Michel Decugis, Christophe Labbé e (…)

L’interferenza dei leader degli Stati Uniti in Francia continua…

ARCHIVI segreti della CIA Jean-Michel Decugis, Christophe Labbé e OLivia Recasens

Fonte: Pubblicato il 02-04-2009 punto

Giovedì 20 novembre 2014, dal Comitato Valmy

Record della casa bianca su la Francia e i suoi presidenti dal 1958.

Il set è stato dato a cinque ambasciate francesi in America Latina « per attivare contro la politica statunitense in Repubblica Dominicana ». Questo è ciò che un diplomatico del Quai d’Orsay annuncia nel maggio 1965 all’assistente al Segretario per Atlantic business negli Stati Uniti. Per quattro anni, Jean de Grandville, capo dei patti e nucleare e servizio di affari di spazio che vede tutti gli accordi segreti saranno in forma il giorno il giorno della CIA sulla strategia di De Gaulle. Fu attraverso di lui che gli americani imparerà che la Francia aveva deciso di lasciare il comando integrato della NATO. Le note preparate dalla talpa del Quai d’Orsay sono tra le decine di migliaia di documenti inediti ha rivelati in « Così ben tenuto segreti », che appare il 9 aprile di Fayard, Le point pubblicato foglie buoni esclusivi.

Per cinque anni, giornalista Vincent Nouzille perlustrato gli archivi della CIA e la casa bianca e sette presidenti degli Stati Uniti che ha governato gli Stati Uniti dal 1958 al 1981. Telegrammi scritti dai consulenti dell’ambasciata a Parigi la Francia e i relativi presidenti, esperto delle relazioni Pentagono, testualmente dalle interviste presidenziale… Documenti lunghi classificati che gettare nuova luce sulle relazioni franco-americana. Prevede di installare test nucleare di Mururoa per la salute del francese presidenti, fino i nomi dei ministri massoni… gli americani sapevano tutto quasi grazie alla loro spie o informatori come Charles Hernu, che alla fine degli anni sessanta, in stretto rapporto con un agente della CIA a Parigi, scrive note sensibili destinati per l’agenzia di Intelligence. Il libro rivela come Washington ha incoraggiato gli avversari a de Gaulle, ha accolto la sua destabilizzazione nel maggio 1968 e ha avuto anche preparato un piano segreto per intervento militare in Francia, nel caso in cui egli si sarebbe ucciso!

A Parigi, lo standby ambasciata americana come il latte sul fuoco su politici di destra come leader di sinistra, fino a redigere elenchi di centinaia di nomi di personaggi promettenti. Giovane membro socialista, François Mitterrand descrive nei suoi contatti americani sua strategia, diversi mesi prima del Congresso di Epinay, annunciando che prendo voci al PC, unire la sinistra e coprire le elezioni presidenziali.

C’è anche come gli americani hanno aiutato negli Stati Uniti di nascosto per accelerare lo sviluppo della nostra forza di attacco nucleare. Tanti « così ben tenuti segreti »… finora

Gli americani ci stanno aiutando a fare la bomba ha

Dopo aver spiato e tentato di impedire la Francia per la sua bomba atomica, gli americani hanno deciso di portare la loro assistenza militare e scientifica per lo sviluppo della nostra forza di attacco nucleare. Nel dicembre 1974, Giscard ha vinto il via libera dal Presidente Ford. Nel più grande segreto.

Estratti

«Hotel Meridien, Fort-de-France, domenica 15 dicembre 1974, 16.30. Tra Gerald Ford e Valéry Giscard d’Estaing, il clima è rilassato. Dopo un pranzo in un ambiente lussureggiante della piantagione Leyritz, è giunto il momento di riprendere i colloqui. Il Presidente francese date un’occhiata a documenti dal suo file, tamponata Red Seal « segreto della difesa ». Preparato dal suo capo di stato maggiore, generale Guy Méry, queste note contengono uno dei segreti meglio custoditi della Quinta Repubblica: questa è una lista di richieste francesi nella zona altamente sensibile delle armi nucleari. La Francia non può ammetterlo pubblicamente, ma ha bisogno dell’aiuto degli Stati Uniti per accelerare lo sviluppo della sua forza d’attacco. (…) « Qui sono i punti che possono essere di interesse per noi:-il MIRV [testate nucleari multiple] (…) »-alcune informazioni circa l’indurimento della testata, o anche sul design della testa stessa (…) »-la questione dei test sotterraneo, di cui potrebbe darci alcune informazioni su strumenti di misura, o forse addirittura possiamo usare alcuni dei vostri servizi per il lavoro preparatorio, che potrebbe essere fatta prima che possiamo usare le nostre proprie strutture nel Pacifico; – forse anche noi potrebbe dare qualche informazione circa la posizione di missili sovietici […]. » Kissinger lo interrompe per ricordare che, su questo ultimo punto, informazioni sono già stati consegnati alla Francia, che è esatta. Poi Giscard ha concluso la sua presentazione senza falsa modestia: « quindi è una collaborazione che sarebbe di interesse per noi e che, credo, sarebbe una buona influenza sui nostri rapporti. Ma questa è un’area in cui non c’è molto come considerazione sulla nostra parte ». »

Ford biblioteca e gli archivi nazionali.

Pompidou: se ha dovuto sparare sulla folla, dare l’ordine!

L e 20 marzo 1970, dopo una visita di Pompidou a Chicago, durante la quale il Presidente e sua moglie sono sfidati da ebrei manifestanti che protestano contro la vendita della Mirage in la Libia, Vernon Walters, militare in Parigi ex-addetto e futuro vice direttore della CIA, dà le sue impressioni in un appunto di Nixon.

Estratti

« Il Presidente francese è ‘altamente intelligente, astuto, sa cogliere le opportunità ed evitare dichiarazioni che egli non desidera fare. ‘ Ha una personalità più forte e un assicurazione più forte di quanto pensassi. » Durante la fuga precipitosa di Chicago, Pompidou aveva paura che sua moglie, che conosce alcuni insulti in inglese li infligge ai dimostranti. Ma soprattutto, « arrivando negli Stati Uniti in accusato, si rese conto, dopo Chicago, i benefici che esso potrebbe ritirare dall’essere aggredito parte ». Secondo Walters, Pompidou non come gli americani, ma « comprende ciò che siamo nel mondo ». Un altro dettaglio: il Presidente francese avrebbe non mantenuto un grande affetto per il suo predecessore. « Il generale de Gaulle fiducia nella persona e alla fine, questo è quello che ha perso, » disse Vernon Walters. E dopo Pompidou, rivali futuri sulla scena nazionale sarebbe al primo ministro Jacques Chaban-Delmas, ministro delle finanze Valéry Giscard d’Estaing, il leader radicale Jean-Jacques Servan-Schreiber e, forse, il centrista Edgar Faure. Ma è soprattutto il senso dell’autorità Pompidou, « estremamente anti-comunista », che ha colpito i militari degli Stati Uniti: « egli è un uomo di legge e di ordine. Ha detto che quando è tornato dal suo viaggio in Afghanistan a Parigi durante gli eventi del maggio 68, ha trovato il ministro degli interni, Roger Frey, completamente sconcertato. Frey gli disse che era l’eterno ritorno del 1848. Pompidou severamente rispose che non sapeva se il generale de Gaulle era Louis-Philippe, ma che non era Guizot (primo ministro di Louis-Philippe [sic!]). Riferimento due volte agli eventi che hanno avuto luogo negli Stati Uniti, ha detto: « una società che non sa come difendersi non sopravviverà. » E la signora Pompidou, sconvolto e fatto arrabbiare dagli eventi in Chicago, aggiunto: « e non si meritano di sopravvivere…  » (…) « Più volte, ha detto apertamente che egli non avrebbe tollerato disordine in Francia. Se le circostanze hanno condotto alla necessità di prendere, essa non avrebbe esitato a dare l’ordine. » Rinomato per il suo senso di conciliazione nel maggio 68, Pompidou è, a quanto pare, indurito a contatto con il potere. »

‘Generale Walters impressioni del Presidente Pompidou’, il memo da Henry Kissinger, Nixon Library.

Mitterrand: « sarò candidato e io sarò eletto Presidente. ‘

Sei mesi prima del Congresso di Epinay e la morsa di François Mitterrand su PS, MP affida la sua strategia per il diplomatico di Allen Holmes a un pranzo presso un giornalista politico socialista francese. Gli americani sarà più vicini a questa antigaulliste cui ambizione stupisce, nel caso in cui sarebbe accaduto un giorno al potere…

Estratti

« Su domenica 22 novembre 1970, nella casa di campagna del giornalista Pierre Rastogi [poi giornalista al Nouvel Observateur, ndr], l’atmosfera è rilassata. Guest Star, François Mitterrand, venne accompagnato da un’affascinante giovane donna rapidamente cattura l’attenzione degli ospiti di sue confidenze e il suo umorismo grattugia. Alla fine della tabella, Allen Holmes e sua moglie revel. Pranzo continua nel pomeriggio e prolungato di una passeggiata digestiva. (…) Socialista MP ha detto di essere deluso che de Gaulle ha mai inteso a concedere lo status di compagnon de la libération. « Per ragioni politiche », ha lamentato. La pagina del gaullisme secondo Mitterrand, sembra definitivamente. « Si saranno rimescolate le carte », ha detto Holmes. (…)

François Mitterrand ha un piano, quali dettagli di lui nel suo interlocutore americano. « È giunto il momento di rinnovare la sinistra divisa in una forza di opposizione credibile, alla maniera della Federazione del democratico e socialista ha lasciato rappresentabile nelle elezioni presidenziale del 1965. Sono costretto a de Gaulle nel secondo turno. Senza Alsazia e Bretagna, zone molto cattoliche, io potrei battere il generale con un breve testa (…) L’attuale partito socialista non è abbastanza forte per negoziare con il partito comunista o di servire come un punto di raduno per il resto della sinistra. La ragione perché chiamare il mio partito, le istituzioni della Convenzione Repubblicana, per riunirsi con i socialisti. Ci assicureremo di fondersi in un Congresso nel giugno 1971 [a Epinay]. Dopo di che e dopo di che, solo, sarà possibile ricostruire un socialista e il fronte democratico, un’Unione elettorale della sinistra che ci consentirà di vincere dei posti per la maggioranza nelle elezioni legislative del 1973. » (…)

« Sarò candidato e sarà eletto, » dice il diplomatico americano, che ammette stupito dalla visione politica e certezza di Mitterrand machiavellico. Nel riferire a Washington questa intervista informale, particolarmente istruttiva, ambasciatore Dick Watson riassume l’ambizione del leader socialista: « suo obiettivo a lungo termine è quello di essere eletto Presidente della Repubblica nel 1976 ». Un po’ vicino, sta per accadere (…) Organizzato all’inizio del 1974, a causa della morte di Pompidou, [presidenziale] vedrà Mitterrand fallire, che provoca l’attesa per il prossimo appuntamento, quello del 1981 (…) »

Memorandum di conversazione tra François Mitterrand, Pierre Rouanet e H. Allen Holmes, 22 novembre 1970, National Archives and Records Administration.

Chirac, poco diplomatico e molto franco

Maggio 1974. Il nuovo tandem formato da Valéry Giscard d’Estaing e primo ministro Jacques Chirac, che ha 41 anni, come gli americani. Lo vedono come il presagio di un più moderno e meno Francia anti-americana.

Estratti

«  » L’ambasciatore americano, John Irwin, ama dipingere il ritratto del nuovo capo del governo ».Dodici anni fa, Chirac è considerato uno dei più brillanti giovani lupi della maggioranza, che hanno tratto beneficio dalla sua amicizia con Pierre luglio, eminenza grigia, Pompidou e confidente di Jacques Friedmann Messmer. » Irwin anche accolti che americanismo visualizzato il primo ministro e il suo aspetto non convenzionale. Dopo aver salito la scala politica, attirò agricoltori e fatto suo buco nel Corrèze, Jacques Chirac, « molto ambizioso » e « opportunista », radunato Giscard durante la campagna. « In alcuni ambienti di governo, è noto come ‘il bulldozer’ (soprannome che era stato dato a lui da Pompidou) a causa del suo atteggiamento combattivo (…). » È maleducato, fredde, poco diplomatico, molto schietto. (…) E ‘ apparso sulla scena politica come un giovane tecnocrate intelligente che manca il tocco umano. Uno dei suoi parenti gli consigliò di guardare le persone quando loro scuote le mani, al fine di non dare loro l’impressione che egli ha sempre un treno da prendere. (…) La stampa parigina trovare che esso scarsamente vestita, perché ha cattivo taglio e costumi cappotti grigio scuro. Grande e severa bellezza, ha una presenza fisica. Fuma sigarette americane fashionability. » »

« Jacques Chirac nuovo primo ministro di Francia, » il 29 maggio 1974, telegramma dall’ambasciatore John Irwin, National Archives and Records Administration.

De Gaulle: Un egocentrico intrattabile

All’inizio degli anni sessanta, sono tese le relazioni di Francia-Stati Uniti. Diplomatici, consiglieri della casa bianca e gli esperti della CIA tenta di penetrare la personalità di De Gaulle.

Estratti

«  » Il personaggio di De Gaulle è completamente forgiato dalla sua educazione, la sua esperienza e le proprie caratteristiche, che sono essenzialmente egocentrici, con qualche tocco di megalomania ». Per quanto posso vedere attraverso le mie discussioni e letture, le sue opinioni fondamentali non hanno variato mai dopo ogni conversazione, o sotto l’influenza di una concessione o un gesto fatto da altri paesi. (…) » (1) da parte sua, la CIA ha tentato la fine del 1962, per analizzare i « mezzi per influenzare de Gaulle » (…). L’agenzia di Intelligence descritto come un uomo solitario, di una ‘riserva impenetrabile’, riceve molti visitatori, ma non credendo in se stesso, avendo respinto « molti dei suoi ministri di alcun ruolo diretto » nel decidere le linee generali della politica nazionale (2). In una relazione fatta nel giugno 1963 per il presidente Kennedy, appena prima del suo ultimo tour in Europa, il Sottosegretario di stato George Ball era interessato (…) « Settimana dopo settimana, la Francia di De Gaulle diventa impercettibilmente più assolutista, mentre il francese è andato in vacanza politica estesa, una sorta di lungo irresponsabilità indiano estate. » Distruggendo la struttura delle parti, con l’eccezione del partito comunista, il generale ha eliminato i mezzi istituzionali per resistere al comunismo ». » (3)

1. note dell’ambasciatore americano a Parigi, Charles Bohlen, presidente Johnson, fine del 1963, Johnson Library.

2. « i canali di influenza per il generale de Gaulle, » archivi di 26 dicembre 1962, la CIA.

3. « il pasticcio in Europa e il significato del vostro viaggio», 20 giugno 1963, archivi del dipartimento di stato.

« Se ben tenuti segreti », volume 1 (1958-1981), di Vincent Nouzille. (Fayard, 464 pagine, 22 E).

CV online: 20 gennaio 2010

2 i messaggi nel forum

· ARCHIVI segreti della CIA Jean-Michel Decugis, Christophe Labbé e OLivia Recasens

2 agosto 2009 10.55 di BA

Sylvie Goulard è un membro del partito di François Bayrou, MoDem. Sylvie Goulard fu eletto membro del Parlamento europeo MoDem. Sul sito del MoDem, si può leggere che è Sylvie Goulard ‘ associazione presidente.

http://Europe.lesdemocrates.fr/liste-des-candidats-de-la-Region-Ouest/

Dalla fine del 2006, Sylvie Goulard è il Presidente del movimento europeo.

Conosci il movimento europeo?

Dalla fine degli anni cinquanta per la lotta contro il comunismo, il governo degli Stati Uniti dà soldi del francese sostenitori di un’Europa federale, nel più grande segreto.

Ad esempio, la Central Intelligence Agency (CIA) segretamente paga decine di migliaia di dollari al movimento europeo.

Ecco un Estratto dal libro di Vincent Jauvert, America contro de Gaulle:

Del 1951, un’organizzazione segreta nasce a Washington, il « Consiglio di strategia psicologica ». La sua missione è di coordinare le operazioni di guerra psicologica contro il Cremlino in tutto il mondo. Il primo piano mira a ridurre l’influenza del partito comunista in Francia. Nome in codice: «Cloven», poi «Midiron. Il programma è molto dettagliato. Estratti, alla rinfusa: « aiutare a distruggere la rispettabilità del partito comunista: screditare il suo impegno nella resistenza; pubblicizzare gli scandali che coinvolgono i dirigenti comunisti; ridurre l’impianto della CGT alla Renault per il livello a Citroën. « E anche: » partecipare e se necessario indottrinare francese noto che hanno un tempo era comunista e che possono diventare propagandisti anti-comunista. Produrre un film anti-comunista attraverso sociétés Françaises de facciata [cioè la CIA controllata] « .

Conseguenze pratiche: gruppi anti-comunista, come « pace e libertà » di Jean-Paul David, ricevono sovvenzioni significative da parte dell’agenzia. Il Congresso per la libertà culturale « e le prove anche rivisto. L’Istituto di storia sociale, giornali socialiste Léon Blum e Guy Mollet, parti della terza forza, quelli di Pleven e gli altri, anche. E poi la CIA aiuta il movimento europeo di Jean Monnet. E USIA [Agenzia di informazioni degli Stati Uniti] opera segretamente un’agenzia di stampa che ha pubblicato in incognito di articoli che denunciano la dittatura stalinista. Lei è anche dietro editrici che pubblicano libri anti-comunista o filo-americano e case di produzione che eseguire film Washington-amichevole. Quando de Gaulle tornò al potere nel 1958, le fasce di controllo americano di politico, sociale e anche culturale della vita Francia.

(Vincent Jauvert, America contro de Gaulle, soglia di edizione, pagina 209)

Per anni, il movimento europeo è stato finanziato dalla CIA. Il movimento europeo esiste ancora oggi. Il suo Presidente è Sylvie Goulard. Mi chiedo se il movimento europeo continua a ricevere soldi dagli Stati Uniti.

Necessario chiedere Sylvie Goulard.

Vedere online: http://www.telegraph.co.uk/news/wor…

· ARCHIVI segreti della CIA Jean-Michel Decugis, Christophe Labbé e OLivia Recasens

9 settembre 2009 17.27 da jean

Questo articolo non lo rende disponibile in formato pdf?

Dopo aver spiato e tentato di impedire la Francia per la sua bomba atomica, gli americani hanno deciso di portare la loro assistenza militare e scientifica per lo sviluppo della nostra forza di attacco nucleare. Nel dicembre 1974, Giscard ha vinto il via libera dal Presidente Ford. Nel più grande segreto.

Argomenti


•-GEOPOLITICA
•-Anti-imperialismo-solidarietà tra i popoli e nazioni (…)
•-ANALIZZA e documenti GOLLISTI, patriottico e repubblicano
•-ANALISI MARXISTI, documenti e contributi comunisti
•-ARCO PROGRESSO REPUBBLICANO – UNIONE DEL POPOLO DI FRANCIA
•-Per la difesa e la promozione della lingua francese – Francofonia
•-DISINFORMAZIONE, manipolazione media e libertà di (…)
•-AMBIENTE
•-EURO – dittatura: uscendo fuori
•-Il nemico comune di popoli: l’imperialismo degli Stati Uniti
•-L’Unione della resistenza, CNR, il suo programma, i nostri riferimenti.
•-LAICITÀ – RIFIUTO DEL COMUNITARISMO
•COMITATO VALMY ANALISI E PROPOSTE-
•Elezioni europee del 7 giugno 2009
•LINK

Nella stessa sezione
•Quando la CIA avvelenato LSD gli abitanti di Pont Saint Esprit (Gard) – F. William Engdahl,
•UN SAAKASHVILI PUÒ RENDERE LA PIANURA DI FUOCO! Di Claude Beaulieu
•ARCHIVI segreti della CIA Jean-Michel Decugis, Christophe Labbé e OLivia Recasens
•Nadia Khost condannato il cinismo dell’Occidente
Terrorismo a nome di ‘democrazia’.
•Ban Ki-Moon: disordine compromesso con la NATO. Roland Marounek
• »Ruanda, 20 anni dopo: ha falsificato la storia »
Un film di Julien Teil e Paul – Eric Blanru
•Laurent Gbagbo prigioniero di imperialismo e i suoi agenti diventa un simbolo di resistenza africana
Rawlings condanna la tragica cattura di Gbagbo
•Siria: guerra-troppo tanto per l’Occidente
Comitato di azione di Palestina
•La guerra, che è abbastanza!
Francia: Nuovo anticapitalista del partito sostiene un intervento imperialista in Siria
ira di Nunu
•Repubblica Centrafricana. Il disturbo di ruolo Parigi
Ira di Nunu

S

Publicités

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s